La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo di trasmettere all’ENEA le informazioni sui lavori effettuati, come quanto già previsto per la riqualificazione energetica (Ecobonus).

La necessità della pratica ENEA deriva dalla possibilità, per il proprietario dell’immobile, di richiedere le agevolazioni fiscali per i lavori di ristrutturazione ultimati a decorrere dal 1° gennaio 2018.

Il nuovo sito, http://ristrutturazioni2018.enea.it, deve essere utilizzato per trasmettere telematicamente all’ENEA i dati per i seguenti tipi di interventi:

infissi;
strutture edilizie (interventi di coibentazioni delle strutture opache);
installazione o sostituzione di impianti tecnologici (es.: caldaie);
elettrodomestici (solo se collegati ad un intervento iniziato a decorrere dal 01.01.2017, di classe non inferiore alla A+, A per i forni): forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga, lavatrici.

  • La comunicazione deve essere compilata e inoltrata via internet, mediante la piattaforma predisposta dall’ENEA.
  • La comunicazione deve essere inoltrata entro 90 giorni dalla conclusione dei lavori.
  • La ricevuta, con la stampa dell’intero modello su cui sono indicati la data di trasmissione e un codice identificativo dell’avvenuta trasmissione rientra tra i documenti necessari per usufruire dell’agevolazione.

Per gli interventi che terminano dal 22 novembre 2018 l’invio deve avvenire entro 90 giorni dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

Per gli interventi che si sono conclusi dal 1° gennaio 2018 al 21 novembre 2018 (compreso), la comunicazione all’ENEA deve essere trasmessa entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del sito, quindi entro il 19 febbraio 2019.

La comunicazione può essere trasmessa:

  • dal contribuente che intende avvalersi della detrazione fiscale;
  • da un intermediario.

Nel secondo caso, contattami per info e costi del servizio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *