Il decreto Cura Italia, firmato dal Governo per contrastare la crisi economica dovuta all’emergenza Coronavirus, prevede aiuti e rimborsi gestiti dall’Inps.

Bonus 600 euro

Fra questi, il cosiddetto “Bonus 600 Euro“, previsto per i lavoratori autonomi e parasubordinati, ovvero:

  • liberi professionisti con partita IVA attiva alla data del 23.02.2020, compresi i partecipanti a studi associati o società semplici, iscritti alla Gestione separata dell’INPS;
  • collaboratori coordinati e continuativi con rapporto attivo alla data del 23.02.2020 e iscritti alla Gestione separata dell’INPS;
  • lavoratori iscritti alle seguenti gestioni: artigiani, commercianti, coltivatori diretti.

Per aver diritto all’indennità, i soggetti non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria (come le Casse degli Ordini), ad esclusione della Gestione separata INPS.

Come richiedere il bonus 600 euro

Per ricevere il bonus, i potenziale destinatari dovranno presentare la domanda utilizzando il sito internet dell’INPS.
Le domande saranno rese disponibili, entro la fine del mese di marzo, dopo l’adeguamento delle procedure informatiche.

Accedere al sito dell’INPS

Per essere pronti a richiedere il bonus, è il momento di verificare se si è registrati al sito Inps, che è possibile con diversi modalità:

– PIN rilasciato dall’Inps;
– smart card (CNS);
– carta di identità elettronica;
– Spid.

Ho preparato (e messo a disposizione nella pagina Risorse) una scheda operativa che elenca le diverse modalità per l’accesso al sito dell’INPS.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *